Come formare i professionisti del futuro, anche in Italia

Saper scegliere il giusto percorso formativo per i nostri giovani è senza dubbio un fattore di cruciale importanza perché influenza inevitabilmente le opportunità offerte loro dal futuro professionale.

Sempre più genitori, consapevoli delle sfide poste dal nuovo mondo del lavoro, scelgono per i loro figli corsi di studi dal respiro più internazionale.

È il caso, questo, dell’International Baccalaureate (IB) Diploma Programme (IB DP), il primo programma formativo che prepara i giovani professionisti del domani. Si tratta di un programma di due anni pensato per i ragazzi tra i 16 e i 19 anni di età. I numeri parlano chiaro: è un corso di studi riconosciuto e apprezzato dalle Università di tutto il mondo perché offre ai giovani numerose chance di successo nel loro futuro professionale.
RIS Image
Chi sceglie l’IB DP, offre ai propri ragazzi l’opportunità di seguire un programma educativo completo, innovativo e universalmente riconosciuto. Numerosi i punti di forza rispetto ad un approccio formativo tradizionale:
  • Le competenze del diplomato spaziano in ambiti eterogenei e diversificati
  • I diplomati IB DP si distinguono per abilità trasversali e comportamentali
  • Un approccio didattico internazionale prepara i futuri professionisti a confrontarsi con sfide globali più adatte all’attuale mondo del lavoro
school teenagers

Scegliere l’IB Diploma Programme è una garanzia di successo: questo titolo di studio è apprezzato in oltre 140 Paesi nel mondo, oltre che essere riconosciuto valido da 75 Nazioni e oltre 2.000 Università



In Italia, è considerato equivalente all’esame di Maturità, a patto che la combinazione delle materie scelte sia compatibile con i percorsi di studi tradizionali. Nel nostro Paese sono 22 le scuole autorizzate che offrono un programma formativo IB DP.

In generale, uno studente IB è considerato più preparato di uno studente tradizionale in termini di competenze acquisite e capacità di apprendimento: un dato, questo, riconosciuto dalla maggioranza dei recruiter accademici che da anni selezionano le candidature nelle sedi universitarie più prestigiose al mondo.